cambio turno (parte quarta)

(segue da parte terza)

EPILOGO

…Er giorno dopo m’è venuto a cercà er fratello de quer testadecazzo, pè chiarì. Lui me conosceva. Sì è scusato, ‘mi fratello nun sapeva chi eri’ m’ha detto. A me m’è venuta tanta tristezza, fratè. Io ce stò a provà, ma come cazzo faccio? E se quello invece de tirà fori ‘na lama me sparava? Poi tu lo sai che pure a me quella robba nun me manca mai, nun ho mai sparato a nessuno perché me piace usà queste (alza i due guantoni da pugile) ma ce n’ho una sempre pronta sotto ar sedile. E mica ‘na cazzata, è ‘na nove portata a settesessantacinque e cor silenzio (nove millimetri beretta modificata a calibro 7.65 con silenziatore, ndt), perché sinnò senti er botto pure cor silenziatore. Tu lo sai che botto fa ‘na nove, no?”

E te pare che nun lo so che botto fà ‘na nove, Babbonatà?

Mò tutti in giro hanno ricominciato a dimme che finarmente me sò rifatto vivo, e cose tipo ‘ma che, ce volevi fa crede che nun eri più tu’. A me sentì ‘ste cose me fa male che nun ce n’hai idea, fratè. A cinquantanni nun je la faccio più, so stanco de ‘sta ‘mmerda. Nun lo sopporto più che quando un padre coi regazzini me ‘ncontreno pè strada, lui abbassa l’occhi e le creature se spaventeno come se fossi L’omonero”.

Babbonatale, zì. L’omonero nun esiste mica.

“Vabbè fratè, te s’è fatto tardi, vattene a divertì tu che sai come se fa”.

Ci vediamo al prossimo cambio turno, zio P.

diciannovesettembreduemilaundici

Annunci

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...