The dark side of country

Da queste parti adoriamo Johnny Cash – quello degli American Recordings, e altri loschi figuri che ricorrono nei post con allarmante frequenza.

Su RoadtoL. amore al primo ascolto per questi tipi da Bloomington, Indiana, US.

Murder ballads e antiche leggende che fanno tanto British folk revival, fuse con storie e suoni dal vecchio West, colonna sonora per la “Trilogia della frontiera” di Cormac Mc Carthy.

Storie di morte e rimpianto, amori perduti e ricordi affogati nel bourbon. La vita carbonizzata dentro baracche di lamiera infuocate dal calore del deserto.

Gli immensi spazi vuoti dei film di Sergio Leone, come avrebbero potuto descriverli in musica i God Speed You! Black Emperor con stivali e cappelli da cowboy. Con un tocco di Nick Cave, sugli stessi binari abbandonati percorsi dai 16 Horsepower.

Musica per allegroni, non c’è che dire. Però che meraviglia, davvero.

Murder by Death allora, presi a caso qua e là.

Annunci

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...