Non mi diverto

E non va bene.

Ridersi la vita, questo ci vorrebbe. Impresa eroica, oggi.

E che due coglioni, dover sempre fare buon viso a cattivo gioco. Che fatica.

Il tipo che suona la chitarra qui sopra si chiamava Peter Laughner. Quello che faceva gli piaceva parecchio, credo. Aveva un dono raro, tirava fuori l’anima da sei corde e un pick up.

Lui si è forse divertito, a modo suo. S’è fottuto il fegato con ogni schifezza possibile e c’ha lasciato le penne nel ’77, a venticinque anni.

Ha fatto in tempo a lasciare ai posteri pochi frammenti di musica, mai messo piede in uno studio di registrazione.

L’assolo di apertura di questa canzone – ripreso poi al minuto 3:50 – dovrebbe essere insegnato nelle scuole. Sguaiato, ruvido, lacerante, disperato. Il suono dell’amarezza per una vita che non ha niente da dare, dell’ultimo fuck ya sputato in faccia a tutto il mondo.

Da mandare nello spazio per far conoscere il rocchenroll agli alieni.

Uno dei pezzi del cuore infranto di RoadtoL.

Annunci

3 pensieri su “Non mi diverto

  1. Fino a 1 e 20 è rock.
    Fino a 1 e 50 è roll.
    Non dimentichiamoci mai il roll.
    Che poi sia una delle più belle canzoni che gli Stooges NON hanno mai fatto (o meglio gli Stooges a cui aggiungi il dolore) … vedi, amico mio … come diventa importante … che in questo istante ci sia anch’io.
    (atom-ery)

Vuoi commentare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...